T O P

Ieri sono stato truffato, ma mi sono accorto tardi. Raccogliamo le truffe in cui siamo incappati così da riconoscerle subito ed evitare che capitino a noi e ai nostri cari.

Ieri sono stato truffato, ma mi sono accorto tardi. Raccogliamo le truffe in cui siamo incappati così da riconoscerle subito ed evitare che capitino a noi e ai nostri cari.

man-teiv

Ho dato 10€ a quelli che ti fermano per gli orfani. Avevo 12 anni. Infami.


DevastatorTNT

Con le cartoline che sono al 99% rubate dalle offerte in chiesa


throwaway00012

Dio bono mi hai ricordato sto tizio al ComiCon di Napoli che avvicina me ed un amico con delle cartoline dell'ospedale coperte di macchie. Ci fa i soliti 2 minuti di storia e quando gli dico "si ma questa cartolina mi sembra un po' sospetta..." mi strappa la cartolina di mano e si gira imprecandomi contro. Già che ci siamo racconto pure l'altra volta memorabile, quando un tipo prova a farmi la storia della macchina senza benzina. 20 minuti di storia. Non avevo che fare, ero con un amico di università che si tornava da mensa. Lo lascio parlare e parlare e parlare e quando finalmente chiede soldi dico "No." e mi giro via. Mi racconta l'amico col cui ero che c'è rimasto male, ma io non ho guardato.


LancelotOgreSlayer

Io 20€...


man-teiv

F


Silent_Possibility76

Io 5 euro per una cartolina presa chissà dove, ma il peggio sono quelli delle penne


cosHinsHeiR

"Hai pregiudizi contro gli orfani?" "Sì ciao"


CarpenterBrut

No dai quelli delle penne di solito sono dei mendicanti legit che ti danno qualcosa "in cambio" per l'offerta a senso loro, per avere meno senso di colpa/vergogna. Quelli delle beneficenze/adozioni a distanza/supercazzole varie sono proprio scammers professionisti


glaux2218

Mi hanno chiesto "un paio di euro" per una di quelle penne per quella che dicevano essere un fondo per la riabilitazione da alcool e droga, ne avevo 10 quindi gli faccio "hai il resto?" e lui, "sì, non c'è problema". Mi prende di mano il dieci e il resto non arriva. "Guarda, non ho qui la cassetta adesso, comunque pensa che hai fatto una buona azione!". Il tentativo di protestare è stato accolto con un bel "eh ma era un'offerta libera, nessuno ti ha puntato addosso una pistola". Cretina io e infame lui


CiafCiafOfOurLegs

Io non glieli ho dati, me li hanno praticamente presi. Erano davanti a un ospedale che non nomino per questioni di privacy, ma è rinomato a livello internazionale. E questi stavano lì, a truffare, e quando dopo il raggiro li ho segnalati, nessuno ha fatto niente. In pratica avevano questi KIT di pronto soccorso, e io ero piccola (16 anni). Avevo solo due banconote nel portafogli, una da 20 e l'altra da 5. Coi 20€ euro che mi ero guadagnata con le ripetizioni, dovevo fare la spesa per la mia famiglia. Eravamo indebitati, per cui € 20 per me erano tanti. ​ Anyway, io e la mia amica veniamo fermati da questi signori appostati dietro una bancherella, ci dicono: "Volete un kit di pronto soccorso? Accettiamo qualsiasi donazione, servono per i bambini malati di X sindrome e in cura presso X istituto". Io, lì per lì, gli dico di no che sono di fretta. Mi si para davanti e insiste, usando frasi manipolative per suscitare un senso di colpa. In sostanza, mi stava dando della merda perché non avevo il cuore di donare qualcosina. "Dai, cosa ti cambiano... 5€? Cos'hai lì in mano? Il portafogli?" (Io odiavo e tutt'ora odio portare la borsa, i pantaloni da donna hanno delle tasche inutili, per cui spesso andavo in giro col cell e il portafogli in mano) Non volendo condividere i miei fatti personali, ovvero il mio imminente sfratto dalla mia abitazione e che quindi, sì, 5€ mi cambiavano se non la vita, almeno la giornata, cerco di andarmene. Al che, lui mi mette questo bel KIT in mano e dice "Dai, questo KIT può esserti utile, ma il tuo semplice gesto può salvare la vita a un bambino!" (Trattengo il conato di vomito per la classica frase fatta) Stufa, apro il portafogli per dargli 'sti 5€ così mi lascia in pace, ma lui mi si avvicina e intravede i 20 euro. Li prende e dice "Ah, ecco, allora non è che non hai niente. Ti ringrazio!" Faccio per riprendermeli e lui se li mette in tasca. Poi mi prende anche il KIT e dice: "Scusami, ma puoi farne anche a meno, no?" con quel tono del tipo "dai pezzo di merda, mi dai solo 20€ e vuoi pure il cazzo di KIT?" ​ Al che, stizzita e pure scossa da questa ondata di aggressività, che forse non ho reso nel mio racconto, ma sì, era piuttosto aggressivo nel tono e nel linguaggio del corpo, entro nell'ospedale e racconto tutto a quello in reception. Gli chiedo di provvedere, e fa spallucce. Allora chiamo la polizia, ma quando arriva la pattuglia, i truffatori se n'erano già andati. ​ Ah, e sappiate che non eravamo sole. C'erano altre persone che stavano lì in attesa dell'autobus e non hanno detto NIENTE. Un branco di adulti MUTI che guardavano la scena di questi 3 omoni che facevano i bulli con due ragazzine.


man-teiv

Cazzo mi spiace. Questi sono infami nell'anima e maestri nello sparire, hanno pali piazzati in giro. Ogni tanto vorrei ritrovare quello che mi spillò i soldi all'epoca per farci quattro chiacchiere in amicizia... e riprendermi i miei 10€.


Lord_VivecHimself

Quando andavo all'uni a Napoli passavo ogni mattina davanti ai soliti "venditori di pacchi", questuanti (a un drogatello del cazzo diedi 2 euro perché ci stalkerava e quello che era con me commentó giustamente "oggi quello ha preso il terno") e il classico tavolino del gioco delle 3 carte. (Volendo mettiamoci anche i venditori di abbonamenti ai libri davanti alla Federico II, che iniziano con "ti piace leggere?" E finiscono con un abbonamento decennale). Sono tutti fenomeni ben documentati, anche le Iene ci hanno fatto sopra dei servizi, guardateli attentamente, poi riguardateli ancora, cercate di capire bene come agiscono, come sono svelti di mente. Giocano sulla sveltezza mentale e sulle false impressioni. La perdita più grande che abbia mai subito è stata proprio quella due euro, un'altra volta che ci sono andato vicino fu sul treno quando quello che passa a vendere l'acqua voleva darmela a 4 euro, ed era pure calda. Io fiducioso già avevo fatto per aprire il portafoglio, distratto dalle sue puttanate e maleducazione mi cade un 5 euro a terra (questo faceva per mettere la mano direttamente nel mio portafoglio...), il passeggero di fronte a me, un bangladino o indiano ben vestito che non parla italiano, la raccoglie e me la porge (e io "thank you, thank you"!) nel mentre questo mi dipingeva come un pezzente. Da quel giorno sono diventato razzista. Verso i napoletani. Altri consigli generici; non gli date confidenza. Soprattutto sul piano della comunicazione verbale (studiatela, fa miracoli e non solo per gestire i truffatori) si può fare davvero tanto. Teneteli d'occhio con la visione periferica, ma non li guardate (significa che gli date confidenza, e non dovete) ma NON distogliete lo sguardo puntandolo a terra; significa paura e sottomissione. Possibilmente nemmeno in alto che fa sembrare dei fessi. Puntate lo sguardo davanti. È più o meno come gestire i cani aggressivi. Ricordate che non potete contare sull'aiuto di altri, che si fanno i cazzi loro, quindi fate appello alla forza interiore. Personalmente amavo assumere uno sguardo infastidito, senza guardarli, e tirare dritto così: spesso funziona. Raramente è capitato che me le facessero girare abbastanza da decidere di "minacciarli". Di per sé minacciare sul piano non-verbale è facile (la parte difficile ovviamente è onorare la minaccia): basta girare verso il soggetto prima il torso e la testa all'unisono (che indica "attenzione rivolta e focalizzata verso TE", con tutti i significati ulteriori che ciò si porta dietro), poi il resto del corpo, con la massima tranquillità e fluidità possibile (mai mostrare debolezza o paura, soprattutto se ne hai) ma anche con aria di sufficienza, come a dire "ok schiacciamo sta mosca". Non di scatto se no esprime paura o aggressività, lentamente ma in modo "solido". Sguardo negli occhi ma "storto" (se siete alti meglio, dall'alto in basso è superiorità ma alzando la testa si può fare anche da bassi), leggermente ruotato per non segnalare una minaccia aperta subito, serve per dire "vorrei proseguire, se me lo lasci fare, altrimenti-"; mento puntato avanti, bocca leggermente aperta e in diagonale in segno di disgusto (parentesi: il disgusto è un'emozione che ho imparato ad amare, non è necessariamente percepito di per sé come aggressivo, ma tendenzialmente umilia profondamente chi lo riceve, che "si sente uno schifoso"; trovo sia fondamentale da padroneggiare, soprattutto alle donne per umiliare i molestatori) ci sarebbe altro ma basta così. Tutto questo deve succedere nell'arco di pochi secondi (a volte anche decimi), va tutto "recitato" in sequenza, e naturalmente adattandosi all'avversario. Se in risposta avanza verso di voi, son cazzi: alzate le mani e preparatevi. A me non è mai successo, vivaddio. Se indietreggia, "rimbalza" e cose del genere, avete vinto: mantenete la calma e camminate, sempre mantenendo campo visivo se possibile (se è dietro di voi usate l'udito). La postura e la camminata sicura di sé vanno praticate sempre e a prescindere (di nuovo, non serve solo per i rompicoglioni per strada) soprattutto perché, e ritorno sul paragone: sono come i cani randagi, cioè vigliacchi; se sei forte lasciano perdere, se sei debole lo "fiutano" e ti vengono dietro, e appena hanno l'occasione accerchiano e azzannano. Meglio farci l'abitudine ed entrare nell'ottica di una "guerra continua" ogni volta che si scende in strada. Naturalmente bisogna pure evitare di essere apertamente aggressivi, per non andarsi a cercare rogne; questo va fatto solo quando non c'è più via di scampo e lo scontro fisico è iniziato, cosa che va evitata finquando possibile. Arrivati a questo punto si entra nel campo dell'autodifesa, che è un altra cosa. Per quanto riguarda il dibattito verbale: lasciate perdere. Sono dei manipolatori esperti, usano qualsiasi cosa (sensi di colpa, menzogne, recitazione di un certo livello ecc) per farvi fare e credere quello che vogliono, persuadendo anche gli altri passanti. Non ha senso stargli dietro e controbattere, basta non dargli corda e mostrare schifo e distanza - emotiva, fisica e tutto quanto (non fateli avvicinare ed esprimete disagio se lo fanno. Disagio, fastidio; non debolezza). Se c'è gente presente, la cosa più importante da specificare è che non li conoscete (ancora una volta; non date assolutamente confidenza, a cominciare dal piano verbale). Girate col vostro amico "Chad" magari.


CiafCiafOfOurLegs

A chi lo dici! Dopo quel fatto, non mi fermo neanche. Mi è capitato di nuovo che cercassero di sbarrarmi la strada, al che sono andata avanti tirandogli una spallata, seguirono insulti nei miei confronti, ma stavolta i miei soldi non li ho più persi 👌 Ora quei bastardi non ci sono più da un bel po' di anni, diciamo che ho rotto le scatole alla polizia locale ogni volta che li vedevo appostati all'ospedale. Se mi annoio e ho tempo da perdere, a volte mi fermo a parlare e chiedo a questi farabutti ogni singolo dettaglio della loro "organizzazione" fino allo sfinimento. Il tutto si conclude sempre con un sonoro "Hai rotto il cazzo".


icywindflashed

Io 20€ a Bormio una volta, però mi han dato una di quelle robe che quando cambi l'inclinazione cambia l'immagine, tipo c'erano le carte di Dragon Ball così, come si diceva? Avrò avuto 16 anni, poi quando i miei amici me l'han fatto notare che mi han rifilato una ciofeca in nome di chissà quali bambini disabili mi son sentito un bigolo.


DevastatorTNT

>Bormio >bigolo Checks out


pieceofcrazy

Alle medie una volta feci la stessa cosa all'entrata del Romics. L'anno dopo mi fermai e iniziai a fare domande su chi fossero, se ci fosse un'associazione dietro, dove potessi avere più informazioni, cosa venisse fatto con i soldi e via dicendo, continuavano a ripetere "siamo un gruppo di brave persone che vogliono aiutare i bambini senza una mamma e un papà", testuali parole, senza neanche provare a sviare la conversazione in modo convincente. Non mi sono mai divertito tanto in vita mia


MrSimo86

Anche io, in una famosa catena di sport con nome greco nell'hinterland torinese, alla stessa età. Figli di puttana.


lunarsurfaceonasat

Truffa finita in modo incredibile. Torino centro, 4 anni fa: si avvicinano due persone che dapprima chiedono indicazioni, però poi iniziano a tirare fuori dei santini e provano a vendermeli. Dopo qualche insistenza dico che sono uno studente universitario e non sono la persona giusta a cui chiedere soldi. L’uomo allora tira fuori il portafoglio, dà 1€ A ME e se ne va via. Ci sono rimasto di sasso ahahahah


glaux2218

È come la barzelletta del rapinatore che dà la pistola alla vittima che è al verde dicendo "ne hai molto più bisogno di me"


retal1ator

Ora per ripagare questo debito dovrai dedicare la tua vita a nostro Signore....


UeueueTENTACION

Basatissimo


sidamott

Sono di fretta, ma mi pare si chiami MondoLibri! Associata a Mondadori, i "venditori" ambulanti sono spesso giovani alle stazioni (famoso il gruppetto della stazione di Padova) che ti addescano chiedendo quanti libri leggi, facendo domande varie invogliandoti a discutere di libri fino alla fatidica offerta di sottoscrivere qualcosa ricevendo uno o due libri in omaggio sul momento, firma del contrattino rapidissima e ciaone. Mai viene menzionato che stai firmando per impegnarti a comprare un libro al mese (o simile, son passati 11-12 anni da quando mi han inchiappettato) che magari a qualcuno va pure bene, ma a molti no, così uno si ritrova a dover spendere un tot al mese e se non lo fa, perchè magari nemmeno si accorge di doverlo fare.. recupero crediti! Quella volta stavo girando il centro di Vicenza ed ero stato fermato da un amico di mio cugino, conosciuto anche dall'amica con cui stavo girando come persona molto tranquilla e per bene, esattamente come lo conoscevo io. E niente, da lì è sparito e non si è mai più fatto sentire quando gli chiedevo che sola mi avesse rifilato. Ho risolto trovando molto agilmente una lettera di diffida già pronta proprio per MondoLibri di non ricordo che associazione dei consumatori, tanto sono/erano abituati a risolvere quel tipo di fastidio.


OhMyItsColdToday

Tanti anni quando ero piccolo ero a casa da solo con l'infuenza e mezzo morto. Questi s\*\*\*\*i mi suonano a casa io io misto idiota/rincoglionito/febbricitante li faccio salire al pianerottolo. Il tipo praticamente mi sfonda la porta per entrare, e dice "beh vedo che siete pieni di libri, vieni qua che mettiamo una firma al contratto così ne arrivano di più, tanto li comprereste uguali no?". Io ero completamente rincoglionito e questo tira fuori tutti i moduli, li compila, e fa: firmetta qua prego (BTW ero minorenne all'epoca). Io a quel punto dico "ma no aspetti che tornino i miei" e questo si incazza E OH CHE MI HAI FATTO PERDERE TEMPO?? EH MA MI PRENDI PER COGLIONE?? EH MA CE LA FAI?? EH MA SEI SCEMO?? Io a quel punto mi metto a urlare che se ne vada oppure chiamo la polizia, lo stronzo mi ha urlato contro che ero un pezzo di merda e la gente come me fa schifo, ed è uscito sbattendo la porta. Spero sia stato stirato dal bus.


Italian__Scallion

Una volta c’era Euroclub, faceva esattamente quello che dici e mia madre ci si era fatta tirare dentro. Tutto sommato, per il periodo che l’abbiamo avuto, i libri che proponevano non erano male, l’importante era non scordarsi di fare l'ordine perché la “selezione del mese” era regolarmente una porcata (edit: la sintassi non dovrebbe essere un concetto soggettivo)


Mike-71

Esiste ancora, in effetti. Venticinque anni fa se uno abitava in Culonia ed era un lettore forte aveva anche un senso, arrivava un actalogo a casa ed uno poteva ordinare una serie di libri, stando attento an non prendere la selezione del mese che in media era a livello di una brutta fanfiction crossover di uccelli di rovo mischiato con Dallas. Adesso con un Roku, od anche con Amazon/Feltrinelli/Ibs/Mondadori ha anche molto meno senso.


culturedperv

a me mi hanno inculato quelli dell’euroclub. fu una delle ragioni per cui decisi di fare l’avvocato.


PurplMaster

Ahhhh, Mondolibri. Parecchi anni fa ero in un momento giù della mia vita, avevo droppato Uni (poi ripresa) e avevo bisogno di lavorare almeno qualche mese. Mondolibri cerca gente, let's go! Che esperienza atroce. Mi sentivo sporchissimo. Il wording utilizzato è volutamente vago per lasciare spazio all'immaginazione. Va da sé che vendevo pochissimo e ovviamente non c'era alcuno sipendio fisso. Ho fatto 500€ in due mesi lavorando da lunedì a sabato full time. Anche i colleghi tremendi. La porto ancora come l'esperienza lavorativa peggiore della mia vita e ovviamente mi vedo bene dal metterla sul CV.


[deleted]

[удалено]


macho97

Ho annullato il giorno stesso in cui ho firmato il contratto perché mi sono accorto dell'inculata leggendo tutti i termini una volta a casa. Mi hanno fatto tenere i libri


Eethk7

Il finto ex carcerato che attacca bottone, mi da una cartolina, mi chiede soldi (gli ho dato 2 euro), e poi si ripiglia la cartolina. Successo tipo 2 anni fa ed erano solo 2 euro, ma ancora ci penso.


Italian__Scallion

E vabbè tanto l’avresti buttata /s


throwaway_veneto

Stessa cosa ma gli ho dato 5€, ho tenuto la cartolina sulla mia scrivania per anni come monito.


IlViandante_

Ahahah anche a me è successo. "Va che bella cartolina. No non indietreggiare non ti mangio. Se fai un'offerta per questa associazione che aiuta i carcerati te ne regalo una" "Ecco 2€, ho solo questi perchè tutta la moneta l'ho usata per fare i biglietti del treno" Che poi era vero e di certo non gli davo mica 20 euro. "Ah ok" - faccia scorbutica- "grazie" E se me va senza darmi la cartolina...


Champagne_Lasagne

Va beh dai ti è andata bene, io quando ho risposto di no e ho fatto per andarmene - conta che ero una ragazzina di 15/16 anni - il tizio si incazza e inizia a urlarmi dietro "questa sera cadrai e ti si spezzerà una gamba", in mezzo alla strada piena di gente. Mi girai e gli risposi "spero capiti lo stesso anche a te", da quel giorno gli ex carcerati con le cartoline sono tra tutti i finti mendicanti quelli che mi stanno più sulle palle


1SingleQuestion

Breve storia triste: "Ti prego aiutami, mi servono 2€ per il biglietto del treno." "Certo! Ecco a te!" "Grazie mille! Grazie! Grazie!" *si allontana in direzione esattamente opposta a quella della stazione*


kazkaloo

__insert Pikachu face meme here__


darkszluf

surprisedpikachu.jpg


immaginiBot

[surprisedpikachu.jpg](https://i.imgur.com/iLTd4oI.jpg) --- *[^(Informazioni)](/u/immaginiBot/about/sticky)* ^| *^(Dimmi cosa ne pensi) [^(mandandomi) ^(un) ^(PM)](https://reddit.com/message/compose/?to=immaginiBot&subject=Info)* ^| ^[*Cancellami*](https://reddit.com/message/compose/?to=immaginiBot&subject=delete&message=delete%20gyxabsm)


culturedperv

beh ma é perché non li aveva ancora tutti i 100 per il frecciarossa verso roma!


giovanniro98

Ahahah classico. Da me c'era uno che alla stazione delle corriere si era "dimenticato i soldi" per prendere un biglietto, ovviamente non glieli ho dati perchè ho subito pensato a un raggiro. A conferma di ciò una/due settimane dopo rivedo lo stesso tipo che mi richiede i soldi per un biglietto perchè "mi sono dimenticato i soldi". Sbadato come tipo direi.


weather-pan

"Destinazione Paradiso...Paradiso Città".


Jkal91

Altra cosa simile ma con le sigarette capita spesso.


Mike-71

A me era capitata una cosa simile, vicino ad un distributore, e dall'altro lato un tabaccaio con l'automatico. Passando a piedi vicino al distributore un tizio mi ferma e pare con la storia che aveva bisogno di soldi per la benzina e mi chiede 4 euro e 60 cemtesimi. Non avevo moneta e quindi dico "no mi spiace non ho moneta" e me ne vado. ​ Data la precisione della cifra mi venne il dubbio che volesse usare un distributore automatico ma non di benzina, ma di sigarette. I distributori di benzina non accettano i centesimi e le monete.


Edward2109

idem, mi aveva imbambolato di brutto per i biglietti del treno, che lo aveva mollato la ragazza etc... Ci sono rimasto male per un minuto poi l'ho inseguito incazzato, sono riuscito a recuperare 2/3 euro su 4/5 credo (non ricordo onestamente la cifra).


Nikopavvi8

Mentre ero in vacanza una signora che si spacciava per sordomuta mi ha chiesto dei soldi per un biglietto dell'autobus, poi l'ho vista parlare con il venditore di biglietti.


lorenzotinzenzo

L'hai guarita COL TUO DENARO MIRACOLOSOH


DysphoriaGML

Classico. A me è successo che mi chiedessero i soldi per un primo biglietto e poi pure per il ritorno, per andare poi diretti al tabacchino


onelanderino

Non so se vale come truffa, ma in ogni caso è stata un'esperienza assurda che ho avuto nel 2016. Esco dal supermercato e mi trovo davanti una donna rom di mezz'età che mi propone di leggermi la mano. Stupido, ingenuo e curioso come sono, OVVIAMENTE accetto. Per eseguire il suo trucchetto magico, però, la donna mi chiede, cito testualmente: "tutti i soldi che hai, poi te li ridò". Stupido, ingenuo e curioso come sono, OVVIAMENTE le do tutti i soldi che ho (per fortuna mi erano rimasti solo 10€). Lei, nonostante fosse un po' seccata per i soli 10€, inizia con la procedura: prende la banconota, la accartoccia con entrambe le mani, avvicina le mani alla bocca, e dopo aver mormorato qualche frase probabilmente in romanì, sputa sulla banconota. Dopodiché mi guarda e fa: "avrai una vita lunga e piena di fortuna." Non sapevo se essere più perplesso per i 10€ persi in quel modo, o per il fatto che sia riuscita a leggermi la mano senza neanche toccarmi. Ad ogni modo, prendendola con filosofia, le dico di tenersi i 10€ e le auguro una buona giornata. Lei mi ferma e mi dice di aspettare. Si allontana un attimo e torna con un bonsai in mano. UN BONSAI. Mi da 'sto bonsai e fa: "Sarai molto fortunato!" Il bonsai della signora sta ancora benissimo e vive nella mia cucina da allora. EDIT: ho appena controllato i prezzi dei bonsai su Google. Il truffatore sono io.


ethernals

10 € per un bonsai, mi sa che hai beccato il genio travestito da zingara Allega foto albero pls


Creeppy99

Una volta non avendo di meglio da fare mi sono fermato a parlare con uno di quelli che ti vendono le penne dicendo che sono stati in carcere e simili. A un certo punto mi fa: "Sai perché mi han messo dentro?" "no" "dai indovina" "ma guarda veramente non ne ho idea..." E lui tutto allegro: "per truffa!". Poi vabbè non gli ho dato manco un centesimo ma la cosa mi ha sempre fatto ridere


aintx

"*Hai qualcosa contro gli ex tossicodipendenti?*" --> Truffa cartolina ex-tossicodipendenti, ex-orfani, ex-militari etc. "*Buongiorno, rieasci a ricordare 6 numeri di seguito?*" --> Corsi della memoria truffa. "*Ciao, posso farti una domanda? Cosa ne pensi dei bambini che muoiono di fame?*" --> Truffe abbonamenti mensili per varie associazioni boh. o quelli che ti salutano per strada dicendo "*Hei ciao amico!*" E provano a stringerti la mano --> truffa generica e l'indimenticabile: "*Buongiorno, sono dell'Enel. Posso vedere l'ultima bolletta?*"


AlbyTD90

"Hai qualcosa contro gli ex tossicodipendenti?" "Sì, il fatto che abbiano smesso. Buona giornata!"


nicktheone

Più o meno quello che rispondo quando cercano di farmi mettere una firma contro le droghe.


sbrockLee

Anni 90: "Buongiorno, una firma contro le droghe?" "Ma io sono a favore"


Francone79

pensavo di essere l'unico!


arandomnameplease

>una firma contro le droghe Solitamente rispondo "ma io sono a favore delle droghe!"


nicktheone

Bingo! È esattamente quello che mi diverto a fare quando li vedo a Via Del Corso qui a Roma.


PinoLG01

Ne ho incontrate due e ho risposto così. La tipa mi ha detto "ma guarda che non parliamo di erba, eh, qui parliamo di eroina e peggio" e io le ho risposto "si ma io sono a favore della legalizzazione di tutte le droghe". Al che, mi ha risposto dicendo che così stavo incoraggiando le overdosi, con un tono saccente come se volesse farmi capire che ne era uscita grazie al fatto che la droga è illegale. Questo mi fa pensare che molto probabilmente non abbia neanche mai fumato, perché nessuno che sa quanto facciano male le droghe vuole che siano illegali perché sa quanto è difficile uscirne, e quanto più facile sarebbe se fossero monopolio di stato


AlbyTD90

Sì ma quella è una cosa "seria" (per loro), e solitamente me ne sbarazzo chiedendo dov'è il banchetto per firmare a favore o me ne vado dicendo che stanno chiedendo alla persona sbagliata. Però la risposta ai cartolinari ex tossicodipendenti funziona 10 volte su 10, il bonus è che puoi vedere il cortocircuito nel loro cervello perchè non si aspettano una risposta diversa da "no".


ginopiccio

Oppure "no, neanche uno spray repellente"


nunziantimo

Comunque per colpa di gente di merda del genere, ogni volta che c'è un evento in piazza di associazioni serie, le persone non vogliono essere approcciate e rispondono in automatico "no grazie"


Just_Cook_It

Io l'unico tipo di beneficenza che faccio è dare di persona ai ragazzi che conosco personalmente e che aiutano gli anziani, tossici, ecc. Per il resto non sgancio nemmeno 50cent: niente Telethon, niente Airc, niente Pro Terremotati, nada de nada. Sono solo dei gran carrozzoni mangiasoldi e non vedo perché queste iniziative debbano essere finanziati con il buon (sic!) cuore della gente e non dallo Stato.. Cioè, ma davvero la ricerca sul cancro e le case ai terremotati le finanzi con le donazioni? Ma scherziamo?


[deleted]

Quello che penso anch'io ma generalmente vengo considerato un tirchio senza cuore. Un tizio a Bologna comunque mi ha fatto sganciare 2€ per i braccialetti perché si è messo a urlare che sono un razzista perché gli ho detto che non volevo nulla e sapevo che erano lì per vendermi roba e non per fare conversazione. Se l'è giocata bene.


rd973

quando mi danno del razzista rispondo che non è vero perchè odio tutti, indipendentemente dal colore della pelle! /s


Italian__Scallion

Aggiungici (tipicamente con anziani) quello che ti saluta come se ti conoscesse, fa ingegneria sociale e ti convince che è un lontano parente, si fa portare a casa tua e finisce per farsi dare tutti i risparmi che hai in casa per (inserire scusa generica tipicamente legata a parente comune molto malato)


culturedperv

quella delle bollette é gravissima.


weather-pan

Vero, ma in realtà ho scoperto che anche l'enel utilizza questi promoter porta a porta. ​ https://www.enel.it/it/supporto/avvisi/come-riconoscere-agenti-promoter-enel-energia


Just_Cook_It

Quelli che toccano gli anziani andrebbero presi a sprangate sui denti, letteralmente. Niente arresto, niente processo: sprangate sui denti e via.


HolyJesusOnAToast

>Buongiorno, rieasci a ricordare 6 numeri di seguito? 123456 ?


Illmemebabbo

177013!


sbrockLee

mostro


P3ktus

4 8 15 16 23 42


zhanardi

All'ultima ho assistito in diretta pochi giorni fa, stavo rientrando a casa e li ho beccati mentre cercavano di farsela consegnare dalla mia (anziana) vicina. Neanche il tempo di menzionare i Carabinieri ed erano già fuori dal portone. Questa la considero più grave perché viene messa in atto da aziende "legittime", fornitrici di energia. Oppure ho capito male io?


Dracogame

> Questa la considero più grave perché viene messa in atto da aziende "legittime", fornitrici di energia. Oppure ho capito male io? Ni, subappaltano, ma sanno benissimo cosa succede sotto.


sertroll

> E provano a stringerti la mano Ah fottuti, adesso non si può


dvdavide

>e l'indimenticabile: "*Buongiorno, sono dell'Enel. Posso vedere l'ultima bolletta?*" L'ultimo che è capitato qua ha fatto una supercazzola con fasciaeffetre fasciaeffezero, e con l'atteggiamento che dovevano fare un controllo e dovevo fargli vedere la bolletta. Adesso io non sono uno che manda affanculo gli sconosciuti, di solito dico che non sono interessato e basta. Però quella volta ho dovuto fare un'eccezione.


[deleted]

[удалено]


Italian__Scallion

>e l'indimenticabile: "Buongiorno, sono dell'Enel. Posso vedere l'ultima bolletta?" Non sono più molto informato a riguardo: è ancora possibile stipulare migrazioni-fuffa usando solo il tuo nome e il POD preso appunto dalla bolletta?


fonduta286

si ziobò l'hanno fatto a mia nonna. Lei ha spergiurto di non aver mai aperto a nessuno né di aver firmato niente. La firma si vedeva chairamente che non era la sua. Niente da fare, alla fine abbiamo dovuto accettare il nuovo contratto per poi disdirlo.


Italian__Scallion

Era successa la stessa cosa alla madre di un mio amico. Alla minaccia di azioni legali davanti all'evidente difformità della firma hanno immediatamente annullato la pratica. Comunque è davvero terrificante che sia possibile far partire una migrazione di un servizio di base come la fornitura elettrica senza nemmeno una verifica preliminare.


pinonat

Stavo andando in università, ero in ritardo per la lezione. E dei tipi con gilet giallo fermavano le auto in strada proprio fuori dai parcheggi creando anche lunghe file. Arriva il mio turno e mi rifila la storia del centro di recupero. Io effettivamente abitavo vicino all università quindi avevo solo la carta e dieci euro in banconote perché non si sa mai. Quelli mi mostrano come molti avevano già donato chi 20 chi 30 e chi 50 euro, quando vede che nel portafoglio ho solo quelli li accetta quasi infastidito. Nel frattempo si era fatta la coda dietro di me quindi volevo sbrigarmi. Certo mi sono sentito truffato e mentre mi dirigevo verso l'aula ho cercato su internet. A quanto pare era una truffa ben risaputa, i nomi, le modalità.. Tutto tornava e in una foto si vedeva anche la stessa persona. Scoperta la truffa torno indietro e questo stava ancora estorcendo denaro ai poveri studenti. Allora mi avvicino e mi faccio ridare i soldi dicendo che non mi alzo ogni mattina per andare in università e farmi truffare da lui, e soprattutto che devono stare attenti a chi truffano. Lui mi ridà i soldi e io torno alla mia lezione. Alla fine della giornata quando stavo rientrando li avevano beccati i carabinieri. Spero li abbiano fermati definitivamente ma ne dubito fortemente.


Xad00m

Io sarò cinico, ma non darò mai soldi a uno sconosciuto... Ho aiutato a cambiare gomme, ho offerto caffè e brioche, pacchi di pasta, tè caldi ai barboni, una notte ho pure (tecnicamente illegalmente) trainato un'auto in panne fino davanti a un meccanico sotto un temporale, ma non sono un bancomat.


Nicccccccccccc

come dice mia nonna alle persone fuori dal supermercato “se hai fame ti compro un panino, se hai sete ti compro l’acqua”


janeshep

tua nonna ha un solco lungo il viso?


FriedCorn12

\>Veneto \>Acqua


darkszluf

Amen a quello che mi ha chiesto soldi alla stazione di padova perché aveva fame ho dato una mela l'altra volta un tizio mi aveva chiesto dei sold per il pane e sono andato a comprarlo e guarda caso era sparito


Superb_Employer

Vabbè dai, tutto sto impegno per €10... le hai pagato la performance. Praticamente è un'artista di strada


DERPESSION

Ma infatti, tra l’altro leggere la descrizione dell’accaduto è stato molto coinvolgente! Grazie OP per aver investito 10€. Ti ripaghiamo con karma e awards


alecro06

I receive: 10€ You receive: una ottima performance da postare su reddit per karma e awards


man-teiv

Ti vende una storia e la soddisfazione di avere compiuto una buona azione. Win-win per tutti.


LycosidaeGG443

Io sono stato truffato più volte, ma direi che l’unica che mai dimenticherò è questa: avevo 4 anni quando io e i miei genitori eravamo in giro per Verona, a vedere le bancarelle di Natale in piazza Erbe. Tra una bancarella e l’altra penso di essere inciampato o mi era cascato qualcosa per terra, boh, fatto sta che mentre ero a terra vidi una Banconota da 100’000 Lire incastrata tra la gamba della bancarella e il telo rosso. Mi illuminai come le luci di natale appese dappertutto, e dall’entusiasmo li mostrai a mia madre, erano una fortuna all’epoca... Appena li vide mi disse “Gigi caro (nome di fantasia), dalli a me i soldi che così li metto in borsa e te li restituisco appena siamo a casa”. Ovviamente mi rifiutai in tutti i modi, erano miei! Alchè mia mamma le venne il colpo di genio: le mandorle caramellate!! Truffatrice: Gigi caro, le vuoi le mandorle caramellate? Truffato: si sì sì sì sì, buone le mandorle Truffatrice: Peró i soldi li devi dare a me, così non li sporchi toccandoli con le mani Truffato: no! I soldi sono miei! Truffatrice: se non mi dai i soldi non ti do le mandorle! Truffato: ma io voglio le mandorle... Truffatrice: Gigi devi decidere o le mandorle o la banconota Truffato: ueeeeeee, ueeeee (pianti su pianti...) Truffatrice: dai Gigi non ti preoccupare, appena arriviamo a casa te li restituisco, e se fai il bravo prima di tornare a casa ci prendiamo anche una cioccolata calda con tantissima panna montata! Dopo questa scusatemi ma son crollato, ho ceduto alla tentazione e ho accettato lo scambio fidandomi dell’onestà delle parole di mia madre. Ovviamente i soldi non li rividi mai più e tutt’ora ogni tanto ricordo a mia madre della bastardata, lei si scompiscia dalle risate, a me piange il cuore.


Capraccia

Top 10 anime betrayals


Laskaz

Che storia avvincente, c'è proprio il volta faccia dalla narrazione al dialogo, da madre a truffatrice.


elpsycongroo666

A Cantù (CO) c'è una donna che fa lo stesso giochetto da almeno 15 anni,sempre nello stesso tratto di strada,però chiede 20€. A volte la invidio


Railgun76

Sono di Carate e confermo la donna di Cantù. Personalmente da me si è presa un "Cazzo che sfiga signora, spero che tutto si risolva per il meglio arrivederci"


alex2003super

/r/TwoRedditorsOneCup


HyperGreg

C’è anche un ragazzo che si aggira in zona centro di Monza, dove c’è il distributore di via Cavallotti. Aveva iniziato a chiederci soldi per la benzina a noi che staccavamo dal lavoro la notte. A una certa a cominciato a chiedere soldi e basta. Capito che non ne avrebbe mai avuti, ha cominciato con le sigarette. Finite le sigarette ha ricominciato con i soldi


cala94

Con il cellulare a conchiglia grigio


Lucart98

Ad un tizio che sta in prigione (perché si è difeso, ovviamente) viene concessa un po' di libertà, ma gli viene richiesto di vendere bracciali: più ne vende, prima esce di prigione. Stessa situazione tua: sul momento pensavo avesse pienamente senso, dopo 30 secondi da quando gli ho sganciato 5€ mi sono chiesto come sia stato possibile che io abbia creduto ad una simile puttanata. Da quel momento non ho più dato mezzo centesimo a nessuno, né ascoltato le loro storie. Sono convinto che abbiano un modo di parlare che non ti permette di pensare che sia una truffa (se non ti è già capitata), infatti te ne rendi conto subito dopo (con questo tizio sono rimasto a parlare tipo 5 minuti, quindi il tempo per pensare l'avevo, ma me ne sono reso conto proprio appena finito di parlare).


ImmersusEmergo

Diverso tempo fa, banchetto improvvisato per raccogliere qualche euro con la classica truffetta dell'associazione di ex-tossicodipendenti: Dialogatore: Salve, lei ha pregiudizi contro i ragazzi ex-tossicodipendenti? Myself: In realtà si, tutti i pregiudizi che si possono avere ce li ho. Dialogatore: Ecco, stiamo costruendo un enorme forno crematorio, così poi ce li mettiamo tutti dentro, vuole contribuire? Si è guadagnato quei 10 euro con lode.


Astro_Z0mbie

Da come l'hai raccontata ci sarebbe cascato chiunque, poi sinceramente, si tratta di 10 euro e non sei sicuro al 100%. La benzina la puoi portare nei bidoni, molte stazioni di servizio te li vendono o te li prestano.


Ionti

Ecco: mi attacco qui per raccontare una mia esperienza. Anni fa, sarà stato intorno al 2003-4, dovevo andare a una festa di compleanno: ovviamente sbaglio strada e appena me ne accorgo mi infilo in una stradina per fare inversione. Qui trovo un tipo che dice di essere rimasto a secco, che la sua auto ha l'indicatore della riserva rotto e non se ne era accorto prima. Ingenuamente gli dico che se vuole un passaggio fino al primo distributore... Questo apre il bagagliaio, prende una tanica salta su e mi dice "no, vai di là a quello un po' fuori mano, che questo non accetta le banconote". Intanto telefona ad un amico e gli dà appuntamento proprio lì... Vabbè: io già mi vedevo con l'auto rubata, depredato di portafogli, telefono e pure qualche organo, ma come si suol dire "ormai che siamo in ballo dobbiamo ballare". Finalmente arriviamo a questo distributore dove il tizio scende, mette 5 euro, riempie il bidoncino e nel mentre chiacchiera con gli amici che erano venuti a trovarlo. Poi risale con me, lo riporto alla sua auto, scende, mette la benzina dentro e non sapeva come fare a sdebitarsi. Alla fine mi ha regalato una scatola di Ferrero Rocher (che doveva portare alla tipa, mi sa). tl:dr, non tutti quelli che chiedono aiuto sono disonesti.


bonzinip

Ahah sarei potuto essere io, ho avuto un guasto alla pompa della benzina con gli stessi sintomi (ma nel 2011) e sono rimasto a secco due volte. In realtà la benzina c'era ma non pescava più anche con il serbatoio a un quarto. La prima volta ho dato la colpa alla distrazione, mi sono reso conto solo la seconda perché (essendo passata nemmeno una settimana e 100 km) ero sicuro che la benzina ci fosse.


Jkal91

Per caso l'hai raccontato qualche tempo addietro? Ricordo di aver letto una cosa simile dove all'utente ovviamente non si fermava nessuno per paura che fosse un truffatore o avesse brutte intenzioni.


fonduta286

alla terza riga ti avevo già visto a pezzettini nel bagagliaio e invece quanta fiducia nell'umanità


napalm51

com'è il coso dello specchietto? non lo conosco


demonabis

I truffatori rompono lo specchietto della loro auto e fanno in modo di fare un forte rumore quando passi, così che tu ti fermi, ti fanno vedere lo specchietto rotto e sperando che tu non voglia fare la tiritela con l'assicurazione fanno finta di chiamare il loro carrozziere e si fanno dire "€X" per lo specchietto nuovo, di nuovo sperando che tu non ci pensi/abbia frettta si fanno dare i soldi e via col prossimo


lorenzotinzenzo

Hanno provato a farlo quando ero nella macchina di un mio conoscente con Asperger grave ad alto funzionamento, praticamente dopo mezz'ora che stava cercando di ricostruire la dinamica dell'incidente tipo Sherlock Holmes, questi si sono stufati l'hanno mandato a fanculo e se ne sono andati


Emberjay

Tipo i meme in cui i rapitori restituiscono il bambino rapito perché parla sempre della stessa cosa... meraviglioso


Linko_98

Ho appena scoperto di essere stato truffato 2 anni fa lol. Ecco perché quando era successo mi sembrava che il rumore fosse sbagliato


q9c9p

a me l'han fatto una volta, ai tempi ero proprio un punkabbestia, con la cresta colorata e tutto il resto, il bello è che quel giorno avevo pure in auto due cani di taglia grossa e avevo letto di quella truffa su internet, appena ho sentito il colpo mi son fermato, ho visto il tipo che scendeva con le mani in faccia, mi guarda "scusa ho preso una pietra, non è successo niente alla tua auto", ecco si bravo andare.


Jkal91

Strada isolata o comunque in luoghi dove non c'è particolarmente attenzione di passanti (quindi anche tangenziale od autostrada) ti sorpassano e al tempo stesso sbattono qualcosa contro la carrozzeria della tua auto facendo sembrare che ci sia stata una collisione. Poi ti chiedono soldi, in alcuni casi con minacce velate come è capitato ad un amico di famiglia che è in la con gli anni, erano in due e pure grossi, ovviamente gli ha dato i soldi avendo paura che lo pestassero ed era in una stradina isolata. Quella gente deve morire male.


LeoPeink

La _primissima cosa da fare_ se succede è dire "io non sono sicuro di chi abbia la colpa, non conosco bene le leggi, chiamo la polizia" ed iniziare a chiamare. Una ragazza che conosco non si è fatta spaventare e ha telefonato al 113, i truffatori sono letteralmente fuggiti con l'auto senza specchietto.


ildave

A me è successo un paio di volte, entrambe le volte ho detto "Io non penso di averti toccato ma non c'è nessun problema, chiamiamo i vigili e vediamo cosa dicono loro". Dileguati subito.


Jkal91

Dipende da dove ti trovi, in quel caso chiudersi in macchina e chiamare i carabinieri è la cosa migliore.


AngeloCaruso91

A me mi ha fatto troppo ridere sta truffa, ero a Torre Annunziata per visita a parenti; vado a prendere un caffè al bar e mi metto a parlare con un signore, dopo due ore lo stesso signore cerca di farmi questa truffa (evidentemente ha sentito che non ero del posto e mi ha seguito), piccolo problema: La macchina era di mio zio, una Panda vecchia senza lo specchietto di destra Lol


AnimeFanOnPromNight

Mai abbassare il finestrino, non si sa mai che cazzo ti combinano


FederLa

Successo un annetto fa, sono una persona abbastanza ingenua se presa sul momento e di fretta. Stavo entrando in università (grande città, vengo da un paesello, queste cose le sentivo da racconti ma non ci penso mai), ero estremamente di fretta, stressato perché stavo andando a fare un esame, mi fermano i soliti tizi che fingono di fare beneficenza, mi trattiene mi trattiene, alla fine mi vuole vendere queste cartoline di merda, io gli faccio "ho solo 50 euro mi spiace", e lui tira fuori il resto in spicci e banconote. Esaurito gli dico di voler fare 5 euro, sapevo benissimo che non sarebbero andati in beneficenza, ma volevo andarmene prima possibile. Sovrastato dal pensiero "va bene, 5 euro ma almeno mi levo dai coglioni", non mi sono accorto che nel girare banconote mi ha ridato 35 euro invece di 45, me ne sono accorto solo una volta entrato in aula. Non è stata una perdita drammatica, poteva andare peggio, però sono rimasto parecchio amareggiato.


Just_Cook_It

Questi sono quelli che schifo di più. Non me li cago nemmeno se si buttano per terra.


FederLa

Sto piano piano imparando a camminare senza rispondere quando mi parlano, tutti quegli anni di educazione dai miei a rispondere in modo educato a chi ti rivolge la parola mandati a puttane


Just_Cook_It

Ti educavano ad avere a che fare con persone oneste, non con una manica di pezzenti


that_guy_z

Questi sono il peggio del peggio. L'ultima volta che ne ho beccato uno lo ho bombardato di domande e cazzate per 20 minuti finché non ha capito che non me ne fregava un cazzo della sua storia ed infine ha sloggiato. Fanculo te, gli ex tossici e tuo figlio inventato.


_FoxCunning_

Stavo in gita a Napoli con la scuola. Stavo con altri 4 miei amici a discutere sul da farsi. Io indossavo delle Jordan che presi a basso costo e che avevo da anni. Si avvicina un ragazzo di colore: • Senegalese (?): “Ehi belle le scarpe!” • Io: “Grazie” • S: “Ehi ragazzi oggi è la fEsTa NaZiOnAlE dEl SeNeGaL” • Io e gli altri in coro: “Ah si?” • S: “Ecco a voi i braccialetti che celebrano tale festa” - inizia a distribuirli - “io nel Senegal... [...]” e inizia a raccontare cose che non ricordo riguardo la dura vita in Africa e cosa si festeggia Noi avevamo capito la puttanata colossale, però un mio amico volle comunque dargli 50 centesimi Il tipo se li prende e fa: “E allora niente festa nazionale, ridatemi i braccialetti” e inizia a riprenderli uno ad uno TRANNE a me. Non appena arriva a me fa: “Belle Jordan!” e se ne va, con un braccialetto in meno ma 50 centesimi in più. Qualche secondo dopo andiamo a cercare su internet: “Giorno della festa nazionale Senegal: APRILE” Stavamo a Novembre


Capraccia

ahahah è successo anche a me e dei miei amici la sera a bologna. Eravamo tutti ubriachi e ci siamo gasati un casino appena abbiamo saputo della festa del Senegal.


barete_fracade

Sicuramente una truffa più "soft" di quelle classiche, ma ci sono incappato più volte (fortunatamente mi hanno truffato solo una volta) e mi è capitato di vederla attuata anche a persone attorno a me. Vengo fermato da un ragazzo che mi dice di stare facendo una raccolta fondi per i figli dei detenuti/una comunità di recupero/gli orfani. Mi mostra delle cartoline che, a suo dire, sono i lavori dipinti dai soggetti per cui sta raccogliendo fondi, ma in realtà si vede benissimo che sono foto prese da Internet e stampate. Mi invita quindi a prenderne una mezza dozzina e lasciare un'offerta libera, allora ne prendo alcune che raffigurano quadri famosi e lascio 5€. All'improvviso l'atteggiamento del ragazzo cambia, borbotta che si aspettava *almeno* 10€ a cartolina e che non può lasciarmele tutte per così poco, dopodiché con un gesto rapido me le strappa di mano e se ne va (i soldi ovviamente non me li ha restituiti). Ho incontrato altri ragazzi, sempre con cartoline in mano, altre quattro volte, ma li ho sempre schivati. In una di queste ho assistito al giochetto "Prendi le cartoline - Offerta libera - Eh ma così poco? - No guarda devo riprendermele senza restituirti i soldi" ai danni di una ragazza mentre ero su un autobus, da dietro un vetro, e non ho potuto fare nulla.


Falco1234

Anche a me è successa la stessa cosa tua. Però il tipo era accostato dopo il casello dell'autostrada, pioveva a dirotto e mi fa cenno di fermarmi. Era tardi, era buio, pioveva e sto qua era fermo prima di entrare in autostrada e soprattutto non c'era in giro nessuno. Accosto, abbasso poco poco il finestrino (non si sa mai), e mi dice che era quasi a secco, doveva andare a Milano a casa (60Km da dove ero io) e non aveva abbastanza benzina né il portafogli dietro o comunque non aveva i soldi non mi ricordo bene. Mi è sembrato uno scenario veritiero. Anche perché ripeto, stava piovendo a dirotto e stava aspettando sotto la pioggia che qualche anima pia entrasse in autostrada. Gli do 10€ euro, che sono più che sufficienti per fare quei km, ed erano l'unica banconota che avevo. Mi ringrazia, si offre di ripagarmeli se gli lascio il numero di telefono o di offrirmi un ape se mai fossi andato a Milano. Gli dico che va bene così, e me ne vado. Adesso, non sono ancora convinto se sono stato truffato o no. Dopo che gli ho dato i soldi è salito in macchina ed è partito. La macchina era targata Milano e il tipo sembrava davvero disperato.


Just_Cook_It

Trattasi di truffa oppure di pirla


Falco1234

Nel caso di truffa il pirla sono io haha


Just_Cook_It

"Fool me once, shame on you. Fool me twice, shame on me"


MasterRPG79

L’altro giorno uno su subito.it ha provato a fregarmi 500 euro per vendermi una ps5 con ‘ricarica postepay’


LancelotOgreSlayer

Venditore di calzini in un parcheggio: "Ciao amico! Hai 5€ per una busta di latte per mio figlio piccolo?" Io: "Vendono il latte in buste?"


[deleted]

[удалено]


studio1202

Napoli, 1995, il gioco delle tre carte. Arrivo in treno dal nord per incontrare degli amici. Esco dalla stazione e mi tuffo nella folla, guardandomi in giro affascinato. Napoli è molto bella. Un gruppo di persone discute entusiasticamente ed io mi avvicino curioso. Stanno giocando alle tre carte con dei barattoli. Mi tengo a debita distanza senza la minima intenzione di partecipare, ma chissà come in pochi secondi mi ritrovo proprio davanti al tavolo, dove il cliente di turno (complice) mi supplica di tenere la mano sul suo barattolo mentre cerca i soldi. Io mi ritrovo la mano sul barattolo ed il cliente sparisce. Il barattolo viene sostituito, e prima che io riesca a dire qualcosa mi viene chiesto di pagare. Dico che non voglio giocare me non c'è verso, tutti intorno a me mi fanno pressione e non riesco a resistere. Io tiro fuori le mie uniche 50mila lire, il barattolo falso viene scoperchiato e il gruppo mi spinge fuori. Ma non è finita. Mi rendo conto che ho perso i soldi e che lo ho fatto cercando di aiutare una persona. E mi sento triste, molto triste, e piango. Un omone si stacca dal gruppo. Mi si avvicina, mi restituisce i miei soldi e mi raccomanda di allontanarmi, che quello non è posto per me.


flashbax77

Professionisti serissimi questi. TI ritrovi a giocare senza neppure volerlo.


philics

Mai incappato perchè la regola ferrea che seguo quando sono per strada è: mai girarsi quando si sente un hey/capo/amico/scusa/, mai incrociare lo sguardo con gente che capisci da lontano ha intenzione di fermarti, mai fermarsi a parlare interagire nel caso siano riusciti a guadagnare la tua attenzione. La cosa vale sia a piedi che in macchina. Se ho qualche dubbio che quella persona sia in difficoltà chiamo il 112 o il 113 e segnalo che in quella via c'è una persona che mi sembra sia in difficoltà ma non mi sono fermato per paura di essere truffato/aggredito.


littertony

Strada cittadina, tizio con stampelle sdraiato per terra. Mi avvicino e chiedo se qualcosa non vada. Risposta: "fatti i cazzi tuoi". Si avvicina un altro che inizia a inveirgli contro perché ubriaco e non può stare lì per terra, il tizio (effettivamente ubriaco) si alza e gli tira una stampellata in testa.


weather-pan

Io. Non. Mi. Fermo. Mai. Sono un mostro. Lo so.


razrblck

Fai bene. L'obbligo di legge di prestare soccorso esiste solo se sei coinvolto in un incidente che ha probabilmente causato feriti o stai passando da quelle parti (e non sono già presenti le autorità di pronto intervento a gestire la situazione). Anche in quel caso, bisogna comunque prestare attenzione a quel che si fa. Ho visto tanta gente tirare fuori persone dalle auto causando danni permanenti (es. paralisi) quando non c'era pericolo immediato per gli occupanti. Se non si sa cosa fare, fermatevi e chiamate i soccorsi, poi valutate la situazione parlando al telefono con un operatore prima di intervenire. Oltre al non fermarsi, se non è realmente una emergenza grave, direi anche non abbassate i finestrini (ovviamente nei limiti del possibile, cioè se ci sono 40°C e la vostra auto ha una A/C scadente, non potete certo fare la sauna) e tenete le portiere bloccate. Non so quante volte, nel traffico o nei parcheggi, ho sentito gente tentare di aprire le portiere (soprattutto quelle dietro).


Grizzly_228

Stavo prendendo il pullman per andare in Puglia. Un mio amico mi dice che arriverà giusto in tempo e mi chiede il piacere di prendergli delle sigarette ne frattempo. A piazza Garibaldi a Napoli non c’è una tabaccheria per kilometri per qualche motivo, appena entro in piazza incontro uno che le vende di contrabbando con busta piena di stecche. Penso “vabbè, non sono il tipo da fare ‘ste cose però se non le prendo da lui rischio di perdere il pullman”. Mi avvicino, gli dico la marca, mi dice il prezzo, avevo solo la 50€ in tasca gli do quella. All’improvviso appena prende i soldi lascia la busta con le stecche per terra e si allontana dicendo “aspetta qua”. Io penso “ma che cazzo fa questo” e lo seguo, appena gira il primo angolo (io stavo a un metro dietro di lui) si guarda intorno e si mette cappellino e occhiali da sole. A quel punto gli metto una mano sulla spalla, lui si gira quasi in shock e dopo aver detto due stronzate corre dove aveva lasciato la busta. Ovviamente la busta era scomparsa (aveva un complice che la faceva sparire) e mi accusa di averla presa io. Seguono dieci minuti alterchi dove gli dico “dammi i miei soldi, devo prendere un pullman” e lui mi accusa di aver rubato la busta, con gente che si ferma attorno a guardare. Alla fine mi ridá la 50€ e prendo il pullman senza aver preso le sigarette. È stata l’unica volta in cui sono andato vicino ad essere truffato e sono stato incazzato per tutta la giornata per questo


RegentalSage

Da napoletano evito per quanto mi sia possibile Piazza Garibaldi. Ce ne stanno di tutti i tipi: donne che ti dicono numeri, calzini, sigarette di contrabbando, chi vende telefoni palesemente rubati e scippatori in generale è proprio una giungla.


Nicccccccccccc

Vendendo su subito ci sono moltissime truffe dove “dall’estero” (nel mio caso Costa d’Avorio) ti contattano per vendergli il prodotto. Mi sono insospettito subito perché avevo messo un prezzo doppio rispetto al prezzo di vendita del prodotto giusto per vedere se riuscivo a prendere indietro gran parte dei soldi spesi. Questo mi contatta e mi dice “sisi pago tutto io spedizione e tasse doganali” il che parecchoo strano dato che di solito si contratta un po’ su tutto. Fatto sta che mi manda un messaggio dicendo che la banca ha congelato il bonifico (io avevo espressamente richiesto paypal) e dovevo mandare velocemente una cifra parecchio alta ad una non meglio specificata agente di una non meglio specificata banca per sbloccare l’importo. Mi rifiuto e comincia ad insultarmi dicendo che avrebbe chiamato l’interpol e mi sarei trovato la finanza sotto casa il giorno dopo. Un po’ di agitazione essendo una delle prime volte che venivo raggirato, ma la sera con i miei ci siamo fatti due risate e ovviamente la finanza non s’è vista


lorenzotinzenzo

Quello è un classico. Vendi online un quadro col pagliaccio che piange trovato in cantina e ti arriva la mail di Madame De La Croix riccona francese che è in pensione in Nigeria e si è innamorata del tuo quadro. Ma va a cagher


RegentalSage

Me 14enne di provincia che per la prima volta era andato a Napoli da solo, stavo a Piazza Dante Appena arrivo mi si avvicina un tizio per un'associazione bambini X, mi dice che se voglio partecipare in genere le persone lasciano 10 euro, allora io per non fare brutta figura gli do 10 euro. Lui ringrazia e se ne va, ma nel frattempo viene un altro ragazzo mentre io tenevo ancora il portafoglio in mano e mi fa "guarda scusa anche noi siamo un'associazione y, non è che puoi darci qualcosa pure a noi?". Allora io guardo il portafoglio "mi dispiace ma ho solo questa 5 euro". "Va benissimo", la prende e se ne va. E niente, erano gli unici soldi che avevo nel portafoglio. Solo dopo ho realizzato, e sono stato talmente triste che me ne sono tornato subito a casa piangendo. Da allora ho imparato a non fermarmi mai, li ignoro senza manco rispondere. Anzi, da ancora più sadico, spesso gli dico "Guarda che hanno abolito la povertà, vai a chiedere il RDC".


ricvail

Io sono effettivamente stato truffato alla grande. Ero in stazione, stavo aspettando il treno per tornare a casa. Un tipo mi si avvicina e mi chiede se ho da cambiare per comprare le sigarette. Io rispondo che ho solo 20€, e lui fa "si si, va benissimo". Io sono un po' perplesso, dal momento che avevo una banconota sola, e non capivo che tipo di cambio avesse intenzione di fare, ma ero stanco (appena uscito dal lavoro) e con un principio di influenza, quindi non avevo voglia di stare lì a ragionarci su, e gli ho semplicemente dato i 20 euro. Lui infila le mani in tasca, tira fuori un po' di soldi di vario taglio (tra cui una banconota da 50€ appallottolata), fa finta di contare per qualche secondo, e poi rimette tutto in tasca, inclusa la mia banconota da 20. A quel punto inizia con "sono un ex carcerato di San Vittore..." e io mi rendo conto di essere stato un fesso. Fuck. Il mio treno era in ritardo, quindi sono rimasto qualche minuto a parlarci/insultarlo/cercare di convincerlo a ridarmi i soldi, mentre lui cercava di impietosirmi. Dubito che gli interessasse davvero l'esito della conversazione, stava solo temporeggiando in attesa che arrivasse il mio treno (ottima mossa da parte sua), ma è comunque stata un'esperienza interessante. Quando è arrivato, mi sono fatto due conti e ho deciso che per 20 euro non valeva la pena passare la serata in stazione a litigare con il tipo/chiamare i carabinieri/rischiare un accoltellamento, quindi sono salito sul treno e me ne sono andato. Morale della favola: se qualcuno vi chiede di cambiare dei soldi, non tirateli mai fuori per primi.


[deleted]

[удалено]


LaPipaGelato

Più che una truffa questa è una rapina.


MiB0

In stazione a Mestre per 3 giorni di fila è arrivato lo stesso tipo con 3 scuse diverse per chiedere soldi. E niente dovevate vedere come è scappato velocemente quando alla fine gli ho fatto notare che non era la prima volta che mi approcciava.


Puntoz

Una volta ho incontrato la rarissima versione alternativa della truffa degli orfani/detenuti/ex tossicodipendenti, una *rosticceria sociale* per ragazzi in difficoltà dove a quanto pare producevano portachiavi che poi andavano a dare in giro. Non fa una piega.


Jupi-

Stavo andando a una convention con alcuni amici e mia sorella, che aveva appena 10 anni, e alcuni sui compagni di classe. Mentre cerchiamo l’ingresso, degli stronzi con cartoline separano mia sorella dal gruppo. Le hanno letteralmente tagliato la strada mentre camminava. Le ficcano in mano una cartolina (probabilmente stampata con una patata, vista la qualità) di Dragonball e le fanno pressioni per ricevere una donazione. Io mi giro, e vedo un uomo e una donna adulti che tengono bloccata una bambina visibilmente spaventata e praticamente le alitano in faccia “che deve pensare agli orfani.” Scena agghiacciante. Almeno siamo riusciti a soccorrerla in tempo. Leggermente off topic. Non so voi, ma io a volte ho paura di rimanere davvero a piedi ed essere scambiato per un truffatore.


laiot_

Non so se si può definire truffa, ma è una storia che mi è capitata in Sicilia quando avevo 19 anni (ne ho quasi 24 adesso) e avevo preso la patente da meno di un anno. Ero solo in macchina e stavo guidando verso casa della mia ragazza di allora, ero quasi all'entrata del suo paesino quando all'improvviso un ragazzo si mette in mezzo alla strada agitando le mani al vento. Ho pensato subito fosse stato vittima di un incidente o che avesse bisogno di una mano con la macchina, magari qualche malfunzionamento. Rallento e lui senza dire nulla corre verso di me e senza chiedere fa per aprirmi lo sportello del passeggero. Per fortuna ho avuto i riflessi pronti e son ripartito all'istante con la seconda. Non denunciai l'accaduto. A volte ci ripenso e mi torna la paura.


ikkibotti

Questa fa paura davvero, complimenti per i riflessi. Le "truffe" sulle finte vittime della strada sono sempre le più spaventose secondo me.


MechanicalMyEyes

Dentro alla rivista GMC (Giochi per il mio computer) c'era uno di quei foglietti strappabili per un concorso, grattando via è venuto fuori che avevo vinto una videocamera. Mi sono fidato perchè appunto era una rivista seria, la truffa era che bisognava chiamare un numero a pagamento per i dettagli. Quando anche il mio amico mi ha detto tutto contento che aveva vinto anche lui mi è venuto il primo dubbio... A Taranto (mi pare) io ed un amico eravamo di fianco ad una macchina nel parcheggio della stazione. Il parcheggio era abbastanza vuoto quindi ci siamo stupiti quando una macchina si è fermata davanti a noi perchè voleva che ci spostassimo. Il tizio resta in macchina, dopo un pò noi dobbiamo andare quindi risaliamo e quando apro la porta dal suo lato questo esce dicendo che gli abbiamo rigato la portiera. Io avevo fatto attenzione quindi ne dubitavo fortemente, però erano tipo le sei di mattina e non ragionavo. Per fortuna la guidatrice si è incazzata e l'ha un pò mandato a fanculo, al pomeriggio mi sono reso conto che voleva truffarci.


iOSIRIX-REx

Io ormai non esco con soldi in contanti da anni (a parte poche monete), ho con me solo la carta di credito che anche se qualche cretino me la prendesse posso bloccarla subito dal telefono. E così non mi pongo nemmeno il problema di dare soldi alla gente.


[deleted]

[удалено]


maxnaldo

ero appena tornato da una trasferta a Roma per lavoro, quindi esco dalla stazione con il mio trolley e mi avvio a piedi verso casa, all'epoca abitavo in centro a Firenze. Io sono alto 1,85, biondo, occhi verdi, posso tranquillamente passare per un turista tedesco, era estate e avevo un marsupio alla cintura con portafogli, cellulare, ecc... ad un certo punto mi ritrovo accerchiato da un branco di ragazzini, zingari, urlanti e casinisti mi si mettono tutti intorno e uno di loro mi piazza un giornale aperto davanti e mi chiede qualcosa che non si capiva. Subito metto la mano al marsupio per coprirlo e infatti trovo la sua che cercava di aprire la zip, il giornale serviva a coprire il suo tentativo di scipparmi qualcosa dal marsupio. Avevo già sentito di queste storie in centro e quindi ero preparato, gli ho urlato nel muso che avrei chiamato la polizia e si sono dileguati tutti in un attimo, ridendo e dicendo cose che non si capivano, probabilmente mi stavano mandando aff... perchè avevano capito solo allora che ero italiano.


Gnomix06

Capitato anche a me… ho risposto che esiste il soccorso stradale…


RudeOcelot

Questa è più una truffa porta a porta ma la descrivo perché per puro caso l'hanno tentata ieri nella mia palazzina. Se rispondete al citofono dopo una squillata inaspettata e la prima frase che sentite è "Buongiorno, sono/siamo della ditta del (inserire utenza a caso, senza però il nome di un distributore ufficiale), nel mio caso era "del gas", è una truffa di raccolta dettagli privati. In pratica vi diranno che desiderano vedere una delle vostre bollette per verificare se ci sono stati dei cambiamenti di tariffa. Sul punto può sembrare innocua, dopotutto cosa ci fai con la bolletta? Tutto, la risposta è tutto. Alcuni sono più modesti di altri ma generalmente tireranno fuori il cell e faranno una foto della bolletta, e non a caso, scatteranno la foto della parte con i vostri dettagli personali. Da lì possono fare quello che vogliono, ed esattamente come tu cambi delle cose telefonando all'Hera/Eni etc. e produci tutti quei dati per farlo, così possono fare anche loro. Ancor peggio se decidono di vendere i vostri dati ai quattro venti. Non dovete essere scortesi per allontanarli, basta chiedere il nome della loro agenzia e il loro numero identificativo per fare un controllo incrociato, cosa che gli agenti legittimi saranno lieti di comunicarvi. Tl;Dr: Truffa porta a porta di utenze; non mostrate le vostre bollette a nessuno!!! Il vostro fornitore sa già tutto e non ha bisogno di vedere un ostia!


[deleted]

[удалено]


nunziantimo

Phishing esiste da secoli


Mark_the_Necromemer

Genio in 21 giorni. Ho detto tutto.


Jazzlike_Ad2464

Ogni volta ci provano quelli che vendono braccialetti o accendini e rose o roba così. Ormai ho capito il trucco, rispondi col peggior accento romano "ao io vivo qua, te vedo ogni giorno, lascia perde" e se ne vanno ogni volta. La svolta della vita


Champagne_Lasagne

Vivo a Milano, se per ogni persona che mi ha chiesto soldi per il biglietto del treno o per la benzina (una volta per dei pannolini) ricevessi gli euro che mi hanno chiesto, avrei l'appartamento affianco ai Ferragnez. Tra l'altro essendo donna la mia politica è - se è un uomo a chiedere non fermarti neanche a parlarci, anche per la mia sicurezza. Gli uomini quando hanno davvero bisogno di aiuto chiedono ad altri uomini, non ad una donna specialmente quando è sola. Sarò anche un po' stronza ma intanto non mi faccio gabbare, si impara con l'esperienza.


kazkaloo

Ottima politica, anche se è triste non potersi avvicinare a qualcuno perché potrebbe avere paura di te che magari vuoi farle del male e sei pazzo.


wowawiwowa

Successa una cosa simile anche a me l'inverno scorso. Cittadina universitaria, 11/12 di domenica sera. Dopo aver parcheggiato mi dirigo verso il parchimetro e da lontano scorgo questa ragazza dall'altra parte della strada che consulta il telefono, poi attraversa e si guarda intorno un po' in ansia/spaesata. Arrivo al parchimetro e, appena finito di pagare, mi si avvicina. Era giovane, sulla 20ina, con uno zainetto in spalla e, anche se era buio, di aspetto mi è sembrata curata e anche una discreta figliuola. Sul momento pensai fosse una studentessa. Era straniera (romena forse, me l'ha detto ma non ricordo esattamente) ma parlava bene italiano e mi raccontò con tono piuttosto "preoccupato" che l'indomani mattina avrebbe dovuto andare a Milano per prendere lo stipendio nel bar in cui lavorava ma che non aveva i soldi per il pullman per andare fino in stazione. Ho 4/5€ in moneta in macchina perciò le dico di seguirmi e, nel mentre che mi guardo intorno per vedere eventuale "gente losca", parliamo e mi dice che abitava in una via lì vicino con altri ragazzi dicendomi persino il civico e indicandomi la direzione della via. Mi disse che se le avessi dato il numero l'indomani mi avrebbe ricontattato per ridarmi i soldi (o viceversa, mi dava il suo e la ricontattavo io), ma risposi che non ce n'era bisogno. Svuoto il portamonete delle macchina e dopo diversi ringraziamenti ci salutiamo e si allontana e rimango a guardarla fin quando svolta in una parallela nella direzione che mi aveva indicato (e dove c'é effettivamente quella via che mi ha detto). Sono ancora indeciso oggi se mi abbia fregato o meno perché innanzitutto non erano proprio il posto e l'orario giusti per fare "la truffa del biglietto" (in inverno,in quartiere "rinomato", alle 11/12 di sera), poi il tono di voce un po' in ansia, un po' in imbarazzo, era convincente, e anche l'offerta del numero mi ha lasciato "speranzoso" (che stavo quasi per accettare giusto per scoprire il giorno dopo se mi avesse fregato). Non mi torna che abbia dovuto chiedere i soldi ad uno sconosciuto piuttosto che ai coinquilini e che avrebbe dovuto andare fisicamente a prendere lo stipendio a Milano (ma non mi stupirei neanche se fosse vero sinceramente). In ogni caso mai più rivista in zona.


SulphaTerra

A parte tutto, ci sono buone chance che lavorasse nel bar in nero (e quindi lo stipendio te lo danno in contanti, a mano)


RhoeasRa

Non so se è già stato detto, ma questa truffa di cui son stato testimone è più un taccheggio perfetto. Donna con passeggino, bambino sul passeggino. Il passeggino non è bellissimo ma buono, lei e il bimbo vestiti bene. Il passeggino ha *una ruota che esce dalla sede*. La donna finge di accorgersene e chiede alla vittima do reggere il passeggino mentre lei si china, o il contrario. Nel muoversi infila la mano nelle tasche della vittima, non so come, assolutamente. Il ragazzo che l'ha aiutata era al telefono prima, e lei lo ha approcciato appena ha chiuso la chiamata, così il ragazzo ha infilato semplicemente il telefono in tasca. La ruota del passeggino è facilmente riinfilabile in sede con un calcetto. Lei per avendo il cappello è praticamente mediowoman, o comunque non ha davvero segni particolari. Io ho visto dal finestrino del furgone, il tempo di fermarmi dopo il semaforo e lei non c'era più. Ho lasciato il numero al ragazzo per una eventuale testimonianza ma ovviamente niente... Per altro non l'ho vista davvero rubare, ma solo fare un movimento strano che ho collegato solo quando allo scattare del verde per me lui si è guardato attorno attonito. L'ho odiata. Cazzo, sfruttare l'umana empatia e gentilezza verso una madre. -.-


pm_m3_y0ur_boobs

Soluzione a ogni truffa: non dare mai soldi a nessuno


Jkal91

Persone che vengono a darti le cartoline e ti dicono la loro lacrime strappa storia di come vengono da una comunità di recupero e stanno facendo una raccolta fondi con ste cartoline, ovviamente te le danno in mano e te le ritrovi così occupate. Nel mio caso ha visto come lo guardavo ed ha capito che non ci stavo cascando e se ne è andato. Un'altra che conosco è il braccialetto 'regalato' prima e una volta legato vogliono i soldi, tenete il braccio giù e non fatevi toccare.


Champagne_Lasagne

>Un'altra che conosco è il braccialetto 'regalato' prima e una volta legato vogliono i soldi, tenete il braccio giù e non fatevi toccare. Me lo ricordo ancora, ero piccola, intorno agli 8/10 anni, con mia nonna in piazza Duomo che mi portava a spasso. Arriva sto tizio coi braccialetti, mi prende di forza il braccio e veloce come un fulmine mi lega male il braccialetto al polso. Io ero terrorizzata e quando ho ritirato il braccio questo ha avuto la faccia tosta di chiedere l'euro a mia nonna. Da brava milanese imbruttita gli ha dato l'euro dicendo "ciapa, barbun". Da quel giorno tengo le braccia salde ai fianchi o le mani nelle tasche quando attraverso piazza Duomo.


q9c9p

"la loro lacrima strappa storie" HAHAHAHAAHAH


MisterPollaccio

Mi ferma una signora sul piazzale dell’Uni, mi porge un foglio con una raccolta firme per aprire un centro per sordomuti di qualche genere, siccome ero giovane e innocente metto il mio nome e firmo, accorgendomi solo dopo che chiedeva anche una donazione. A malincuorissimo apro il portafogli e avevo solo una banconota da 20 che mi serviva per pranzo e treno e spiccioli, quindi do alla signora 2€ e qualcosina, lei mi guarda veramente male e comincia ad indicare la banconota; faccio segno di no e che mi serviva per mangiare, lei ostinata continua a indicare e fare suoni, mi scazzo, mi riprendo i soldi e me ne vado. Ad oggi non so se era uno scam o era vero


[deleted]

[удалено]


Gibus043

Kijiji.it Circa 400€ per una GTX* 1080 diversi anni fa Prezzo era nella norma allora. C'erano altre, ma avevo scelto quello perchè mi sembrava più affidabile Compreso di foto e ha scritto l'articolo come se lo avessi scritto io Per il pagamento mi ha proposto bonifico. Pensavo, bonifico è rintracciabile, non sarà così stupido, e mi sembrava affidabile Dopo averlo fatto, è sparita ogni comunicazione Ho fatto la denuncia alla polizia, qualche mese dopo l'hanno trovato Adesso ogni tanto mi arrivano lettere dal tribunale della sua città. L'ultima era "Decreto che dispone il giudizio" Non posso recuperare quei soldi senza pagare un avvocato, quindi ho lasciato stare. Ma da allora, ho smesso interamente con l'hardware usato e senza paypal


[deleted]

Tolte le truffe da strada, dove ormai cerco di non dare o firmare nulla in nessun caso, qualche anno fa me n'è capitata una dove mi sono salvato per un pelo e mi sarebbe costata parecchio. Ero in affitto in un micro appartamento con un amico e dopo circa 10 mesi ci rendiamo conto che non ne possiamo più visto il caldo e gli scarafaggi. Il proprietario accetta di lasciarci andare a patto che troviamo nuovi inquilini. Mettiamo l'annuncio, passano le settimane e diventiamo sempre più insofferenti, chiunque visiti il posto non ne rimane incantato e nessuno accetta di subentrare. Ma ecco che una studentessa inglese mi scrive, mi dice che l'appartamento è proprio vicino a dove le serve, prezzo giusto, etc... etc... Mi manda una foto ed è pure carina, tutto pare in regola. Il proprietario è d'accordo al subentro, ora non resta che versare i 3 mesi di anticipo. Lei mi scrive che ha ricevuto l'assegno dall'università di circa 6000 euro e che ci vorrebbe un bel po' di tempo prima che riesca a incassarlo e mandarmi i soldi, mentre deve partire per l'Italia a giorni e vuole essere sicura di avere un luogo dove stare. Quindi mi propone di mandarmi direttamente l'assegno, io l'incasso e trattengo i 1500 Euro delle mensilità e le mando i 4500 rimanenti via Western Union. A me pare tutto in regola, ho io il controllo dei soldi, dato che se volessi al massimo sarei io a poter derubare lei, e accetto. Dopo qualche giorno mi arriva via posta l'assegno. A quel punto però qualcosa inizia a ronzarmi in testa, del tipo ** o *.* Ne parlo con mio padre e capiamo il trucco. Essenzialmente io avrei incassato l'assegno, trattenuto 1500 euro e inviato il resto. Dopo un po' di tempo la banca avrebbe scoperto che l'assegno è falso e si sarebbe rifatta sul mio conto o eventualmente con qualche programma anti-truffa, non so. Sudai freddo, molto freddo, da studente squattrinato stavo essenzialmente mandando i miei risparmi a uno sconosciuto/a. Sfanculai la "tipa" che chiaramente non si fece più sentire, specialmente alla mia richiesta di maggiori dettagli (comunque non avrei più concluso nulla con lei). Ancora oggi mi considero un po' un babbeo per non aver visto subito la cosa, non voglio saperne nulla di assegni e non mi fido più di nessuno in tema di soldi. L'unica consolazione è che il truffatore (qualche anno dopo incuriosito e avendo conoscenze informatiche riuscii risalire dall'email a un possibile tizio italiano collegato a essa, ma non avevo prove definitive) è stato l'unico a rimetterci, avendo dovuto spedirmi la lettera e creare l'assegno. Possibile anche comunque che fosse un tipo che viveva nelle vicinanze e che ha falsificato pure i timbri postali sulla busta, non lo escludo.


BlitzcrankT

Sì cosa simile, ero fuori col cane e uno (vestito per bene, apparentemente affidabile) mi dice che è rimasto chiuso fuori casa, che i pompieri sarebbero arrivati il giorno dopo e che gli avevano chiesto 20€ per l'albergo, faccio foto documenti, mi dà il numero di cellulare, mi dice dove abita, gli do 20€ con la promessa di ridarmeli la mattina seguente appena entra in casa. Ha rimandato all'infinito il momento di darmi i soldi con una scusa nuova ogni volta, finché non mi sono incazzato e me ne ha dati 15. Mi avesse detto dammi qualcosa che sono disperato glieli avrei dati, ma farmi prendere per il culo no. Un mio amico ha subito circa la stessa cosa tua, gli suonano a casa, apre e c'è uno con un furgone di una qualche azienda che dice di essere senza benzina e gli promette che il giorno dopo glieli porta ma che ora deve lavorare e non può perché è rimasto a secco, si fa fare la foto ai documenti e poi il mio amico gli dà 40€ che ovviamente non rivedrà più.


ikkibotti

A Torino penne e cartoline andavano tantissimo qualche anno fa e ammetto che al liceo ci sono cascato un paio di volte, la seconda principalmente per intimidazione. A dieci anni di distanza ancora provo sentimenti di odio profondo per quelle persone che vivevano (e forse torneranno dopo la pandemia) estorcendo denaro a ragazzi ingenui e spaventati. La feccia dell'umanità. Non ho mai più dato soldi a nessuno tranne a un ragazzo che ho incontrato un paio di volte sulla strada per la palestra, che chiedeva qualche moneta. La seconda volta gli ho risposto che se lo avessi incontrato una terza volta gli avrei dato un euro e l'ho salutato. Ad un anno di distanza l'ho beccato di nuovo e gli ho dato un euro. Sono un uomo di parola.


spelacchio

Ah! Più di una volta. Storia strappalacrime sul treno: 5€ Anziano che ti ferma, racconta due cose e poi ti chiede un po' di soldi. Amico che era con me gli da 5€ Soliti ex-tossici in stazione: avevo solo moneta e mi ha detto che non andava bene, se ne è andato. Persona alle macchinette della metro che cerca di venderti biglietto/ti cerca di prendere il resto della macchinetta. Università: quello che ti da penna in mano e ti chiede una donazione. Stavo camminando velocemente perché ero in ritardo, quindi è dovuto corrermi dietro perché rivoleva la penna. Senzatetto nella stazione metro deserta che ti chiama da lontano e quando non gli dai corda ti grida che ti apre la pancia col coltello se non ti fermi. Per fortuna ho le gambe lunghe e la camminata veloce. Sicuramente altre... tutte a Milano. Soluzione: dopo un po' ci fai l'abitudine e non ti fidi più di nessuno sconosciuto. Non ci si ferma per strada a meno che non si è certi della situazione. Però si rimane sempre male, anche per cifre basse :(


Togonero85

Una volta mi sono ritrovato nella situazione opposta. Pompa di benzina nel nulla, ci arrivo a piedi trascinando lo scooter. In tasca solo una moneta da 2 euro. Arriva una macchina e scende una ragazza che inizia a fare benzina. Le chiedo se gentilmente può lasciarmi 2 euro di benza e lei fa cenno di sì. Attendo e vedo che arriva a 20. Posa la pistola, si avvicina e mi porge una moneta da 10 centesimi dicendo che non ha altro. Al che gli faccio notare che in mano avevo io una moneta da 2 euro e che a me servivano 2 euro di benzina veramente, non come il tossico che ho vicino casa che con tutti gli euro che ha chiesto negli ultimi 10 anni poteva arrivare in Giappone.


tinther

Ha ha, mi è capitata una cosa simile tempo fa, ma non penso di essere stato truffato: era una persona sui 30/40 anni, con i capelli un po' sgarruffati, e sembrava affannato (in effetti stava *spingendo* una vecchia Mercedes verso un distributore) e gli ho dato anch'io 10 euri. Mi ha detto che me li avrebbe restituiti se fossi andato ad un certo ristorante in Emilia Romagna... e mi ha lasciato un biglietto da visita con scritto sopra solo "Adriano" e sotto: "Artista". Se era una messa in scena, ne era risultato un tale numero da cabaret che la 10 euro a perdere mi è sembrata come un prezzo congruo per lo spettacolo.


5t3fan0

mi hanno fregato quelli dello specchietto... non conoscevo la truffa, ero un neopatentato con auto sgangherata ed ero effettivamente passato molto vicino alla loro auto... 30€... col senno di poi una cifra esigua per una lezione che si ricorda tutta la vita... ho capito di essere stato fregato solo dopo molte settimane, dopo aver letto/visto di altri casi simili.... se mi succedesse ancora fingerei innocenza mentre chiamo FFOO... anche se ho avuto parecchie fantasie di vendetta/giustizia privata... something something copiose quantità di termite sull'auto per trasformarla in arte contemporanea


IlDivinoGasti

Ero a cena con la fidanzata in un ristorante all'aperto quest'estate. Si avvicina un ragazzo muto che con dei gesti e piccoli versi mi chiede di firmare un foglio che ha con se, con sopra qualche indicazione che non ricordo Penso: vabbè sarà una raccolra firme, lo faccio, non ho nulla da perderci Prendo e firmo, ma solo alla fine mi accorgo che dopo nome e cognome la gente sopra scriveva un importo in denaro. I nomi sono tutti di persone straniere e con cifre anche abbastanza grosse, dai 20€ in sù Preso dal panico scrivo 10 euro e li allungo al ragazzo, vedendolo poi allontanare. È da quel giorno che mi chiedo come sia possibile lasciare una raccolta fondi a un ragazzo "muto", e mi sto autoconvincendo che se uno deve fingere di essere un disabile, sicuramente avrà più bisogno di me di quei 10 euro


fleur_avant

mi sto autoconvincendo che se uno deve fingere di essere un disabile, sicuramente avrà più bisogno di me di quei 10 euro Stai razionalizzando proprio per bene. A me è successo di pensare che "alla fine non è che sarei stato più ricco se mi fossi tenuto quei 3 euro". Son tutte cazzate. Queste persone si spingono oltre la soglia della dignità personale per spillarti due spicci, sfruttando la debolezza delle persone, e non gliene sbatte, una volta presi i soldi tu sparisci dal loro campo di interesse. Il fatto che si finga disabile fa ancora più schifo, non rende assolutamente l'accaduto più digeribile.


Teitali

Nella mia città questo tipo di truffa va tantissimo. Li trovi in ogni angolo della città, con quel foglietto dove raccolgano le firme con loghi di associazioni stampati sopra che non c'entrano nulla. Una volta mi sono venuti a chiedere una firma e dei soldi all'interno di un negozio, finché non hanno intravisto la sicurezza arrivare e se la sono data a gambe levate


lorenzotinzenzo

Firmare cose a caso?!?!? Follia


[deleted]

Ragazzi, questa è assolutamente una truffa, sia quella di chi passa ai tavoli o sui treni, sia quella citata sotto di questi che girano con una cartellina con stampato sopra il logo generico della sordità (l'orecchio sbarrato, bianco su fondo blu) e quello della persona su sedia a rotelle. Chiedono soldi per "la costruzione di un centro internazionale per bambini sordomuti" (sic!) Girano per tutta Italia e sono state fatte anche un'infinità di segnalazioni alla questura, ma ovviamente non vengono mai beccati. Bellissimo quando ci hanno provato con una coppia di miei amici sordi, credo che per scappare abbiano infranto parecchi record.


irefiordiligi

Dove lavoro io c’è una signora che un giorno alla settimana si mette vicino a una macchina parcheggiata e fa segni alle macchine in strada di fermarsi. La vedo ormai da anni fare questa cosa, la prima volta ero in super ritardo e non ho potuto fermarmi, poi l’ho rivista il giorno dopo e poi il giorno dopo ancora... penso che sia una truffatrice come quella che hai incontrato tu. Mi stupisco di come possa fare questa cosa indisturbata da ormai anni.


opossumblu

Ciao cugino opossum! Una volta successo uguale alla tua, 10€ mollati pure io, ma ero giovane e ingenuo. Più di recente mi stava fregando una ragazza dell'"Enel": aveva già scritto nome e cognome su un contratto e me l'ha fatto firmare, ma dopo 1 secondo mi è venuto il dubbio, mi sono fatto ridare il contratto e l'ho stracciato in pezzettini minuscoli dopo che l'ho mandata via.


AraelWindwings

Prendila come lezione di vita, c'è chi riceve lezioni ben più costose.


raziel999

Diversi post parlano delle truffe "fisiche" piu' note. Ci sono anche un sacco di truffe virtuali a cui fare molta attenzione e che possono fregarci in un attimo di distrazione. Chiaramente non parlo del principe nigeriano che promette i milioni, ma di email o SMS fraudolenti che portano a clonazione di account e carte di credito o a ransomware. Ad esempio SMS che paiono venire dalla propria banca che invitano a cliccare link per verificare un problema sul proprio conto o carta di pagamento. Oppure una mail che sembra di Google che segnala problemi con l'account, di nuovo fornendo un link per sincerarsi del problema. Ad esempio "Banca Intesa informa: si e' verificato un problema con il tuo account. Clicca qui per effettuare il log in sicuro: LINK". Questi messaggi sono ovviamente generati in massa e li possiamo ricevere anche se non siamo clienti di una specifica banca o un provider online. In quel caso e' semplice riconoscere il tentativo di frode e cancellare/bloccare il mittente. I problemi nascono nel momento in cui siamo per caso clienti di quella banca, perche' questi messaggini possono a prima vista sembrare legittimi: spesso anche il mittente riporta il nome della banca, anche se a volte non e' il nome esatto (magari invece di "Intesa San Paolo" dice "Banca Intesa" o cose simili). Ovviamente, il consiglio e' di non cliccare mai sul link. Nel caso si sospetti qualcosa basta collegarsi al sito/app della banca e accertarsi che sia tutto a posto in sicurezza. Le banche sanno benissimo che queste truffe esistono ed e' per questo che in generale non ci saranno mai link negli SMS veri inviati da una banca; questi messaggi inviteranno sempre l'utente ad entrare sul sito/app. Ma e' molto, molto semplice cascare in queste truffe, in quanto basta un attimo di distrazione, di fretta. Un amico si e' trovato la carta clonata, un altro e' stato buttato fuori dal suo account di posta che poi e' stato usato per mandare spam ai suoi contatti.


lorenzotinzenzo

Una famosa che fanno alle persone anziane. Telefonata con voce rotta "ODDIO SIGNORA ${Nome anziana}, hanno investito ${Nome reale del nipote}, stanno andando all'ospedale, io sono un'amica della madre, servono soldi per ${motivo}, vengo a prenderli"


Jkal91

Mi è appena venuta in mente un'altra truffa, mattone messo per strada di notte, lo prendi ed ovviamente ti danneggi la macchina, quelli che hanno messo il mattone hanno un carro attrezzi ed ovviamente offrono i loro servigi passando di lì 'per caso'


[deleted]

La tattica di mia madre per gestire quelle donne con i neonati in braccio che ti venivano a dire "Mi aiuti, bambino ha fame e non posso comprare da mangiare/non posso comprare pannolini" è sempre stata: Vieni con me, andiamo in farmacia/supermercato, vedi? E' proprio qui. Andiamo insieme, mi dici cosa ti serve ed io te lo compro". Fine. Mai nessuno ha detto sì.


Surthor

Ho dato 2,5 € ad un "ex carcerato", avevo tipo 18 anni. Ero in una via vicino alla stazione, esco dal bar dove ho appena preso il biglietto per l'autobus e un tizio mi chiama. Quando mi avvicino la prima cosa che mi chiede è -hai qualcosa contro gli ex carcerati?-, io, preso alla sprovvista, rispondo di no e inizia a chiedermi soldi e a raccontare di sé. Dice che è in un programma di una chiesa e che conosce don Tizio (nome di un prete). Sminuisce il motivo per cui è andato in carcere dicendo che era solo per una questione finananziaria se non ricordo male. Dice che ha anche una figlia e cerca solo di portare a casa da mangiare. Io all'inizio cerco di spiegargli che non posso dargli soldi perché i soldi che ho io sarebbero in realtà di mia mamma e non sarebbe giusto darli ad uno sconosciuto, ma piano piano mi faccio fregare. Quando gli sgancio 2,50 € mi da un ciondolo a forma di ferro di cavallo ed entra nel bar da cui ero uscito io. Quando vado a prendere l'autobus mi sento uno stupido e lascio il ciondolo sulla panchina della fermata, preferisco che lo prenda qualcun'altro piuttosto che tenerlo per ricordarmi di quanto sono coglione.


sap200

Premetto che i primi due erano molto trallalero, ma provavo simpatia per loro e qualcosa gli ho dato: Una ragazzina in stazione mi chiede 20 centesimi che le mancano per fare il biglietto, vedo che continua a chiedere qualche spicciolo spostandosi un po' ogni volta per non farsi sentire troppo da chi glieli ha già dati Un tipo mi chiede una donazione in cambio di una cartolina mentre mi dice che sta cercando fondi per la sua azienda a torino (ero in toscana, ma dice che stava girando le città d'italia), mi dice pure il nome, ma era abbastanza simpatico e innocuo, spero non abbia speso tutto in droga Un tipo veramente insistente finto eni, non truffatore ma mercato grigio (scuro), mi sono divertito un pomeriggio ad ascoltarlo Un tipo ex carcerato che vuole una donazione infilandomi al polso un braccialetto, è stato davvero veloce mi stupì, poi disse "sai questo foglio si è stropicciato (quello che era uscito di prigione? Boh una cosa del genere), l'ho fatto vedere troppo, è un po' come quando spacchi una testa ahahah" Sono con mia mamma, un tizio ci affianca dicendo "qualcosa per favore", mia mamma lo ignora, inizia pure con voce rotta "ho dei figli...", di nuovo mia mamma lo gela con lo sguardo e gli dice: "sparisci" Lui ritorna serio e dice "ok ciao" e se ne va, mi stupì quanto era stato finto


rfabiani1

Correva l'anno 1999 e fui convinto per strada a firmare un contratto per una di quelle famigerate enciclopedie che ti spediscono a casa per 2-3 anni, un tomo alla volta. Io avevo 18 anni, loro erano due attraenti e spigliate ventenni e io... non ci capii un cazzo. Mi dissero che era solo una prova, che mi avrebbero mandato solo una copia omaggio e che non avrei ricevuto niente contro la mia volontà. Dopo aver firmato, lessi bene il contratto e mi resi conto che avevo accettato di pagare tantissimi soldi per un'enciclopedia. Per fortuna trovai un modulo online per disdire l'acquisto. All'epoca feci tutto via raccomandata e finì lì. Penso che mio padre mi avrebbe deportato in una miniera di sale se lo avesse saputo...


pazqo

Parecchio tempo fa, anni dopo le medie (probabilmente verso la fine delle superiori). Si presenta questa a casa mia, mi dice che stanno organizzando un Annuario per ls scuole medie, che hanno già raccolto molte adesioni (mi mostrano un elenco di altri compagni di classe con alcune firme \[vere? finte? boh!\] e mi dicono che vorrebbero una mia foto, una quote e un pagamento anticipato. Il costo per l'annuario sarebbe stato di 70€. Boh, penso, mi sembra una iniziativa carina. Gli do una fototessera che avevo a casa, chiedo se posso darle la quote in un secondo momento. Dice di sì, che mi manda un formulario con il resto delle informazioni. Mi chiede un anticipo. Dico che non ho tutti i soldi e dice un acconto va bene. Non ricordo se erano 50 o 20 (temo 50, ma vorrei ricordare 20 per sentirmi meno fesso). Mi dà una specie di ricevuta, credo non legale ma non ne avevo idea a suo tempo, poi va via. Chiamo un ex-compagno di classe e gli chiedo cosa ne pensa e mi dice che ne ha sentito parlare e che secondo lui è una truffa. Gli chiedo di avvisarmi se passano da lui. Appena mi chiama lo raggiungo, c'era un'altra ragazza sempre a raccogliere soldi con la stessa tecnica. Lui l'ha trattenuta con la scusa di pensare alla quote. Mi presento, le dico che rivoglio i miei soldi e mi dice che non era lei e che lei non poteva fare nulla. Le chiedo informazioni sull'altra e mi dice che non è a conoscenza di altre persone che stiano facendo la stessa cosa. Le mostro la ricevuta e dice di non sapere nulla, poi va via. Ho preferito lasciar stare e imparare la lezione. Invece alle varie persone che mi chiedono soldi per strada (tipo quello all'una di notte sulla Tiburtina) preferisco dare un paio di euro e togliermi la scocciatura.